Feeds:
Articoli
Commenti

BEyouTIFUL

Questo è uno slogan molto bello, ultimamente molto popolare sul web. Questo gioco di parole ci dice che ognuno di noi è bello quando è finalmente se stesso. Dico finalmente perché essere se stessi è un punto di arrivo, significa ascoltarsi, capire ciò che è mio e ciò che mi è stato imposto, ciò che mi frena e ciò che mi aiuta a dare il meglio di me. E amare ciò che fa di me un unico, diverso da tutti gli altri, non omologato. E come dice il Vangelo, questa luce che finalmente riconosciamo non va tenuta nascosta ma fatta risplendere.
Questo slogan è azzeccato per la Pentecoste. Lo Spirito scende su ogni persona e dà ad ogni persona una genialità che gli è propria, per questo ciascuno deve essere fedele al proprio dono. Se tu fallisci, se non realizzi ciò che puoi essere, ci sarà una disarmonia nel mondo intero, un rallentamento nel cammino del cosmo verso la vita nella Trinità, ma se hai vissuto nell’amore, nell’Amore trovi compimento.
A Pentecoste tutti sentono parlare la propria lingua madre. Lo Spirito fa diventare la tua lingua la Parola di Dio: la tua lingua e la tua passione e il tuo cuore.
Perché il divino e l’umano trovano compimento solo così: l’uno nell’altro.
Dio parla con le tue parole, piange le tue lacrime, e le tue mani sono le sue mani, la tua parola gli dà parola, la tua vita è così vita divina. Lo Spirito è soffio di vita, fiamma di fuoco, sorgente d’acqua viva… aria, fuoco, acqua… ma la terra?
La terra dello Spirito siamo noi.
Allora quando ti senti perdonato e amato forse ancora di più dopo il tuo errore, è L*i, lo Spirito.
Quando senti nascere in te forza e pace mentre affronti una prova, è ancora L*i, lo Spirito.
La capacità di intravedere, il guardare con speranza, con occhi «altri» che ti fanno andare oltre le cose evidenti e finite, è ancora L*i, lo Spirito.
La capacità di fidarti delle cose sul nascere anche se sono deboli e fragili; il coraggio di essere spesso soli a guardare lontano e avanti, è L*i, lo Spirito.
Quando generi amore intorno a te, questa è vita divina, tu sei manifestazione dell’amore divino in cui siamo avvolti.
Non è importante quello che fai ma chi ami. E l’amore che generi intorno a te.
Perché alla fine, quello che resta, non è tanto quanto siamo stati amati ma quanto noi abbiamo amato e trasformato grazie a quell’amore.
La tua capacità d’amore è la tua bellezza, unica, che solo tu puoi donare al mondo.
Sii te stesso. Sii la tua bellezza.
Be-you-tiful.

sinodo a Lucerna
Nei giorni subito dopo Pentecoste la nostra Chiesa si riunisce per il Sinodo nazionale annuale. Qui si decide tutto. Insieme. Laici e ordinati, anzi, più laici che ordinati. I delegati delle parrocchie sono 70 mentre i membri del clero non possono superare i 50. Questa voce forte dei laici è stata una caratteristica della nostra chiesa fin dall’inizio. Per questo all’inizio la chiesa olandese di Utrecht rimase perplessa dalla velocità delle riforme attuate in Svizzera.
Il Sinodo poteva votare le dimissioni del vescovo, in caso di necessità! Anche aver intrapreso contatti proficui con la chiesa anglicana fu visto con sospetto dalla chiesa di Utrecht, che riconoscerà la cattolicità della chiesa anglicana solo nel 1925 permettendo così gli Accordi di Bonn del 1931 che riconoscono la piena comunione delle chiese d’Inghilterra e le chiese dell’Unione di Utrecht.
Per questi motivi, la chiesa olandese aveva consacrato il vescovo della chiesa vecchio-cattolica di Germania Reinkens ma non volle consacrare il vescovo eletto svizzero Herzog, che fu consacrato così dal vescovo vecchio-cattolico tedesco.
Il desiderio di unione fu, però, più forte e in pochi anni le chiese si unirono nell’Unione di Utrecht.
Il Sinodo si apre con la celebrazione eucaristica: è importante, tutta la chiesa si riunisce, laici e ordinati e celebra insieme.
Il Ticino è nella diaspora, cioè non siamo una parrocchia che elegge il proprio consiglio parrocchiale e il proprio parroco, questo perché siamo pochi e per questo motivo non abbiamo rappresentanti al Sinodo.
La mia partecipazione al Sinodo è come membro del clero ma clero che serve il Ticino quindi in realtà una rappresentanza ce l’abbiamo!
Quello che mi ha sempre affascinato del Sinodo è il clima di festa nell’incontrarsi, seguito da discussioni animate e piene di passione, ma poi alla sera trovi coloro che dibattevano sereni e sorridenti a bere insieme una birra.
Sinodo significa camminare insieme; spesso si sottolinea la parola insieme ma è importante anche il camminare: non restare ancorati all’ “abbiamo sempre fatto così”. Come camminare fa bene alla circolazione, anche impegnarsi e modificare prima di tutto se stessi fa bene alla vita della chiesa. Mantenere sì le radici ma con lo sguardo al futuro.
Sinodo a Lucerna

Come qualcuno sa, partecipo alla riunione della Commissione Liturgica della nostra chiesa a Berna come rappresentante dei diaconi e del Ticino. Non è un luogo di grandi riflessioni teologiche astratte ma un gruppo di lavoro presieduto dal vescovo che cerca di fornire strumenti utili ai colleghi nelle parrocchie. Dopo uno studio e una proposta di liturgia per la salvaguardia del creato da introdurre nel nostro calendario liturgico, l’ultima volta l’attenzione si è focalizzata su una cosa piccola all’apparenza: il certificato da dare per le nozze e quello per le unioni civili. E qui mi si è aperto il cuore per la sensibilità che dimostra la nostra chiesa. Si è scelto di fare un certificato unico, stessa immagine, stesso versetto biblico citato, stessa dicitura: Benedizione di … e poi lo spazio per i nomi dei coniugi. Dal momento che in Svizzera ci sono due tipi di unione, matrimonio e unione civile, la nostra chiesa sceglie di benedirli entrambi ma con questa scelta apparentemente piccola di avere un unico certificato per le due celebrazioni manda un messaggio bello e positivo per ogni membro della nostra chiesa. I teologi discutono le differenze tra matrimonio e unioni civili, le chiese cristiane discutono e, mentre aspettiamo che si arrivi a una visione comune senza suscitare ulteriori divisioni, la nostra chiesa tranquilla tranquilla nel suo piccolo va avanti.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: